Il Fondo di garanzia vittime della strada risarcisce i graffi nel parcheggio?

I casi in cui si può ricorrere al Fondo di Garanzia delle Vittime della Strada sono identificati dalla CONSAP in 6 accadimenti specifici che abbiamo visto nel precedente articolo.

 

Ci sono però delle dinamiche e delle casistiche che vanno analizzate singolarmente, in quanto non sempre chiare e definite.

Auto graffiata nel parcheggio

Per esempio: se trovo l’auto danneggiata nel parcheggio dove l’ho lasciata, posso fare ricorso al FGVS? In fin dei conti, è pur sempre un danno causato da una controparte non identificata.

 

Il regolamento di applicazione del Fondo però è specifico: “ il risarcimento è dovuto anche per i danni alle cose, con una franchigia di Euro 500,00, in caso di danni gravi alla persona”. Quindi no, in questo caso non c’è possibilità di risarcimento, a meno che la vettura non sia coperta da una polizza Kasko.

 

Mancata denuncia del sinistro

Un altro caso plausibile è quello che, in caso di sinistro con veicolo non identificato, non venga sporta denuncia dell’accadimento alle autorità.

 

Nel caso specifico in questione, un uomo a bordo di un ciclomotore veniva tamponato da un veicolo che poi scappava senza prestare soccorso. La vittima si è vista rigettare la domanda di risarcimento prima da parte della compagnia assicurativa designata dall’IVASS, poi dal Giudice di Pace sempre per lo stesso motivo: la vittima non aveva sposto denuncia contro ignoti.

 

L’uomo ha quindi fatto ricorso alla Corte di Cassazione, dove è stato ribaltato il giudizio. I giudici hanno accolto il ricorso richiamando l’indirizzo ermeneutico secondo cui “ la vittima di un sinistro stradale causato da un veicolo non identificato non ha alcun obbligo, per ottenere il risarcimento da parte dell’impresa designata per conto del Fondo di garanzia vittime della strada, di presentare una denuncia od una querela contro ignoti, la cui sussistenza o meno non è che un mero indizio”

 

Non c’è quindi nessun automatismo tra l’omessa denuncia del sinistro e il rigetto del risarcimento, in quanto sono fondamentali ed essenziali per la richiesta di risarcimento le prove circostanziali che il sinistro con un veicolo non identificato sia effettivamente avvenuto. Ovviamente è consigliabile e preferibile sporgere in ogni caso querela contro ignoti per avere delle dichiarazioni testimoniali a prova del fatto storico asseverate dalle autorità.

 

Hai mai avuto clienti che hanno dovuto ricorrere al FGVS? Come lo hai guidato nel suo viaggio verso il risarcimento?

 

Out of CARD è il servizio che ti può aiutare in questi casi: ti garantisce un risparmio di tempo e di risorse, la soddisfazione del cliente e la sua fedeltà, che ti accorderà dopo il trattamento di eccellenza che gli garantirai con l’aiuto dei professionisti di Studio MG.