Il danno alla salute è un danno dinamico relazionale

Interessante e illuminante pronuncia della Corte di Cassazione, terza sezione civile, la nr 07513 del 201 che assume che il danno alla salute non comprende pregiudizi dinamico relazionali, piuttosto è esso stesso un danno dinamico relazionale e consiste nella compromissione delle abilità della vittima nello svolgimento delle attività quotidiane tutte, nessuna esclusa: dal fare, all’essere,

Liquidazione equitativa solo se sussiste un danno risarcibile

“la facoltà di liquidare in via equitativa il danno presuppone: 1) che sia concretamente accertata l’ontologica esistenza d’una danno risarcibile; 2) che l’impossibilità (o l’estrema difficoltà) di una stima esatta del danno dipenda da fattori oggettivi e non già dalla negligenza della parte danneggiata nell’allegare e dimostrare gli elementi dai quali desumere l’entità del danno.