Il trasportato può AGIRE sempre contro la compagnia del vettore

Come si suol dire una sentenza che ci voleva! Un chiarimento tanto atteso quello della corretta interpretazione dell’art. 141 del codice delle assicurazioni. E’ arriva dalla Corte di Cassazione, III sezione civile, con la pronuncia numero 17477 del 2017. Questi i fatti: “R.A. conveniva in giudizio la propria compagnia di assicurazioni per la r.c.a., Axa,

Il danno catastrofale non è in funzione del danno biologico

A ribadire l’autonomia ontologica del danno morale (nei casi di danno catastrofale) rispetto al danno biologico, professata nelle famose sentenze di San Martino, ci pensa il Dott. Giacomo Travaglino con la pronuncia nr 811 del 2015 della III Sezione Civile della Corte di Cassazione. A ricorrere al parere degli ermellini sono i congiunti di una

Bonus & Malus: Cosa fare in caso di incidente con un veicolo non assicurato; incidente con un veicolo estero; incidente all’estero.

Il periodo delle ferie estive, quando tutti si mettono in moto per raggiungere le località di villeggiatura, è quello maggiormente condizionato dagli incidenti stradali. Le statistiche elaborate annualmente dall’ACI in comunione con l’ISTAT (i dati si riferiscono all’elaborazione del 2013 sugli incidenti occorsi nel 2012) infatti affidano la maglia nera, per il numero di incidenti

Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada ha 10 anni di tempo per l’azione di regresso contro il danneggiante sprovvisto di assicurazione

Lo dicono gli ermellini di Piazza Cavour, della III Sezione Civile,  con la sentenza 19 giugno 2013, n.15303, di cui riportiamo la massima:   l’impresa designata dal Fondo di garanzia per la vittime della strada, che agisca ai sensi dell’art. 29 della legge n. 990/1969 (oggi art. 292, 1 comma, d. lgs. n. 209 del

RC Auto: addio tacito rinnovo

Dal 1 gennaio 2013, sparirà la clausola del tacito rinnovo dai contratti di assicurazione per la responsabilità civile automobilistica. Tutti i contratti pertanto avranno la durata massima di 12 mesi e gli assicurati dovranno comunicare alla scadenza la volontà di proseguire il rapporto con l’attuale compagnia, oppure avranno la libertà di rivolgersi altrove. In una

Se il copertone è liscio e la gomma scoppia non è caso fortuito ma colpa del proprietario per cattiva manutenzione del mezzo

Questa (apparentemente) singolare sentenza arriva da un Giudice di Pace palermitano.  Il caso riguarda un motociclista, peraltro non assicurato, che a causa di una buca subisce lo scoppio di uno pneumatico e rovina a terra andando poi ad urtare un altro veicolo antistante.  Generalmente, lo scoppio degli pneumatici ricade sotto la casistica del cosiddetto caso