Il danno alla salute è un danno dinamico relazionale

Interessante e illuminante pronuncia della Corte di Cassazione, terza sezione civile, la nr 07513 del 201 che assume che il danno alla salute non comprende pregiudizi dinamico relazionali, piuttosto è esso stesso un danno dinamico relazionale e consiste nella compromissione delle abilità della vittima nello svolgimento delle attività quotidiane tutte, nessuna esclusa: dal fare, all’essere,

Aggiornamento degli importi per il risarcimento delle micropermanenti

Nella Gazzetta Ufficiale del 23 agosto 2017 sono stati pubblicati gli aggiornamenti degli importi per il risarcimento dei danni micropermanenti derivanti dalla circolazione stradale. Inversione di tendenza, rispetto alle ultime due annualità, con una crescita dell’1,7% dell’indice di riferimento. Questi gli importi: € 803,79 il valore del punto € 46,88 il valore di un giorno

Risarcimento microlesioni ancora in calo.

Il comma 5 dell’art. 139 del Codice delle Assicurazioni (D.Lgs 209/2005) prevede che gli importi relativi al risarcimento del danno biologico per lesioni di lieve entità, derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti (e anche per la responsabilità medico sanitaria dopo Balduzzi), siano aggiornati annualmente con decreto del Ministro

La duplice dimensione della sofferenza umana e la sua risarcibilità

La natura unitaria del danno non patrimoniale “sta a significare che non v’è alcuna diversità nell’accertamento e nella liquidazione del danno causato dalla lesione di un diritto costituzionalmente protetto, sia esso costituito dalla lesione alla reputazione, alla libertà religiosa o sessuale, piuttosto che a quella al rapporto parentale. Natura onnicomprensiva sta invece a significare che,

Via libera per le tabelle di Milano

Dalla Commissione Industria del Senato è arrivato il via libera per le tabelle del Tribunale di Milano quale riferimento unico sull’intero territorio nazionale per il risarcimento dei danni non patrimoniali. L’art.8 del DDL Concorrenza, attualmente in discussione al Senato, prevedeva la predisposizione di una specifica tabella unica su tutto il territorio nazionale per il risarcimento

Niente risarcimento se il danneggiato diserta la CTU

Il Tribunale di Palermo con la recente sentenza nr 758/2016 dello scorso 8 febbraio conferma la pronuncia di rigetto del giudice di pace di Palermo, circa la negazione del risarcimento del danno da invalidità permanente al danneggiato da circolazione stradale che non si era presentato alla disposta CTU medico legale. Il giudice di pace ha