• Non tutti sanno che
  • Glossario del risarcimento

Risarcimento per incidente stradale: dopo quanto si ottiene? 

4 minuti

Il percorso verso il risarcimento dopo un incidente stradale può risultare complesso e variabile, con tempistiche influenzate da diversi fattori. Vediamo le differenze di tempo necessario in base alla tipologia di danni che subisce la vittima: i danni a cose e le lesioni (o danni fisici). 

In base a cosa varia il tempo per il risarcimento? 

Essenzialmente da: 

  • la complessità del sinistro;
  • l’intervento o meno delle autorità
  • la tempestività e l’organizzazione dei professionisti del risarcimento.

Il codice delle assicurazioni obbliga le compagnie a formulare una proposta risarcitoria entro un lasso di tempo specifico per ogni casistica di danno.

Il contatore di questo tempo però scatta solo quando viene formulata la richiesta di risarcimento danni completa di tutti gli elementi necessari. Ad esempio: se la richiesta viene inviata senza l’indicazione del codice fiscale del danneggiato, la compagnia assicurativa mette il contatore in pausa e richiede l’integrazione dei dati (o dei documenti mancanti). Ripartirà solo quando il danneggiato (o chi per lui) provvederà all’integrazione. 

Sinistro con soli danni a cose. 

Ipotizziamo che il sinistro causi solo danni a cose, quindi all’auto o ad altre proprietà della vittima.  

In questi casi la compagnia deve formulare una proposta di risarcimento: 

  • entro 30 giorni se la costatazione amichevole ha entrambe le firme;
  • entro 60 giorni se la costatazione amichevole ha solo una firma. 

Queste tempistiche valgono sia nel caso in cui sia applicabile la procedura di indennizzo diretto sia in caso contrario. 

Per rientrare nella casistica dell’indennizzo diretto un sinistro deve: 

  • Coinvolgere solo due veicoli, entrambi identificati e assicurati in Italia; 
  • Aver causato lesioni al conducente, al massimo, micro-permanenti, ovvero che arrecano un danno biologico pari o inferiore al 9% di invalidità.

In questi casi sarà direttamente la tua compagnia a gestire e risarcire il sinistro, salvo poi rivalersi (per un forfait) nei confronti della compagnia che assicura la controparte civilmente responsabile. 

Occorre tenere presente che le tempistiche potrebbero diluirsi nel caso in cui, in assenza di constatazione amichevole di incidente a doppia firma, fosse necessario raccogliere altre prove per definire le responsabilità dei conducenti i veicoli coinvolti come dichiarazioni testimoniali, eventuale rapporto delle autorità intervenute, accertamenti peritali e/o cinematico ricostruttivi della dinamica. 

Sinistro con lesioni 

Quando il sinistro provoca lesioni, i tempi di gestione variano in funzione del tempo di guarigione del malcapitato danneggiato. Intatti il pregiudizio subito potrà essere valutato da un medico legale solo quando i postumi saranno stabilizzati.

È evidente quindi che la gravità delle lesioni è una variabile fondamentale. Più gravi saranno, più tempo richiederanno per la guarigione e di conseguenza più tempo sarà necessario per ottenere la liquidazione del danno.  

In questo caso le compagnie assicurative, secondo quanto previsto dal Codice delle Assicurazioni, hanno a diposizione 90 giorni di tempo per formulare un’offerta risarcitoria oppure indicare le motivazioni per le quali non intende procedere in tal senso. 

Stavolta però, affinché scatti il famoso contatore, tra la documentazione da inviare dovrà esserci anche il certificato di avvenuta guarigione.  

Nel caso fossero intervenute le autorità a rilevare l’incidente, il rapporto non sarà da queste reso disponibile prima che siano trascorsi tre mesi. Salvo poi, che nessuno abbia sporto querela nei confronti dell’altra parte.  

La domanda riportata nel titolo sembrava avare una risposta semplice, invece, come hai letto, le variabili che influiscono sulle tempistiche utili ad ottenere un risarcimento a seguito di un incidente stradale sono davvero molte. E, di fronte ad una scarsa conoscenza delle regole di questo intricato mondo, il rischio di dilatarle ulteriormente è dietro l’angolo. 

In generale per ottenere il giusto risarcimento in tempi congrui è fondamentale affidarsi a un team di professionisti che raccolga in maniera accurata la documentazione relativa al sinistro e che sappia far fronte a tutte le difficoltà che i casi più gravi possono presentare. 

Per tutti i casi di sinistri stradali, MG ti supporta con un team dedicato di professionisti che ti accompagnerà nel viaggio verso il giusto risarcimento di ogni danno subito, di natura patrimoniale ed extra patrimoniale. 

Mentre per i casi di sinistri mortali, noi di MG abbiamo creato un team speciale dedicato alla tutela dei diritti dei familiari delle vittime di morte accidentale per responsabilità di terzi e non solo. Scopri di più su Onorare https://www.onorare.it/