Le garanzie accessorie auto: perché convengono

Oltre all’assicurazione obbligatoria per legge RC auto, esistono diverse garanzie accessorie che si possono aggiungere a protezione del proprio veicolo.

 

Queste polizze aggiuntive si stipulano su base volontaria e vanno a coprire danni specifici alla propria auto. Il valore del premio, inoltre, è calcolato sul valore commerciale della propria auto.

 

Kasko

 

Prevede il rimborso dei danni al proprio veicolo indipendentemente dalla colpa e dalla responsabilità nel sinistro. Nella formula più completa, vengono risarciti anche i danni derivanti da collisioni con ostacoli fissi, uscita di strada e atti vandalici.

 

Per questo motivo è anche la polizza accessoria più costosa, e infatti se ne trovano di varianti:

  • la mini-kasko (danni al veicolo e al conducente solo in collisione con altro veicolo identificato)
  • primo rischio relativo: con un massimale di risarcimento, in percentuale al valore del veicolo
  • secondo rischio: come la precedente, ma con l’aggiunta di una franchigia.

 

Secondo Ania sono 2,6 milioni le vetture assicurate con questa polizza aggiuntiva. Di queste, 150 su 1000 ricevono un risarcimento, per un totale di 340 milioni di euro di danni protetti dalle polizze Kasko.

 

Furto e incendio

 

Spesso vendute in abbinata, e con scontistica, perché sono tra i rischi più temuti per le conseguenze dell’evento, ovvero la perdita completa del bene. Sono raccomandabili a chi acquista vetture nuove, a chi vive in zone con un tasso di criminalità elevata o a chi non dispone di un parcheggio chiuso o custodito.

 

Sono 9,2 milioni le vetture assicurate contro il furto e 9,1 milioni contro l’incendio. Di queste, 8 su 1000 incombono in un furto e ne ottengono il risarcimento, mentre solo 0,3 su 1000 ricevono un risarcimento per l’evento di un incendio.

 

Da sola l’insieme dei risarcimenti per le polizze furto ammontano a 360 milioni di euro, mentre per l’incendio a 21 milioni.

 

Atti vandalici e eventi atmosferici

 

Anche queste due polizze accessorie sono particolarmente consigliate a chi non può parcheggiare la vettura assicurata in un posteggio privato e coperto.

 

Sono 6,4 milioni le polizze di queste tipologie vendute nel 2019 e 52 assicurati su 1000 hanno ottenuto un risarcimento, per un ammontare totale di 860 milioni di euro.

 

Polizza cristalli

 

La polizza accessoria più venduta nell’anno appena trascorso, 9,6 milioni di veicoli assicurati, e anche la più utilizzata, con 54 risarcimenti elargiti ogni 1000 polizze. Il totale dei risarcimenti è stato di 230 milioni di euro.

 

Nel complesso sono oltre 9,5 milioni le autovetture che vengono assicurate volontariamente con coperture aggiuntive, stimando il risarcimento totale per il ripristino dei danni subiti in 1,8 miliardi di euro.

 

Al di là del dato statistico, i numeri sopracitati ci fanno riflettere sul valore che può avere un’assicurazione accessoria alla RCA a protezione dell’automobile.

 

Trovi qui il report di Ania e qui i nostri contatti per ricevere aiuti concreti e assistenza con i tuoi assicurati.