Chi tampona ha sempre torto? Non se il veicolo tamponato si arresta per cause diverse dalla circolazione.

A stabilirlo sono gli ermellini di Piazza Cavour con la pronuncia nr 17206 del 2015. Il caso riguarda il proprietario e conducente di un autocarro che in autostrada tamponava un rimorchio staccatosi dalla motrice e per questo imprevedibilmente fermo in mezzo alla carreggiata. Il malcapitato si vedeva negare il risarcimento dalla compagnia che assicurava il

Abolizione del P.R.A.

E’ stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13 agosto 2015, la LEGGE 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”. Tra le novità che riguarderanno i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione c’è una che interessa il P.R.A. il Pubblico Registro Automobilistico. La previsione è

In vigore nuove modifiche al Codice della Strada

Oggi entrano in vigore le modifiche al Codice della Strada apportate dalla Legge nr. 115 del 29 luglio 2015 pubblicata in G.U. il 3 agosto 2015. Una Legge che ha recepito le normative europee in materia e ha modificato gli articoli 116, 118 bis e 170 dell’attuale Codice. Una delle principali novità riguarda l’opportunità anche

Quando il danno è antieconomico…

Un recente studio dell’ACI ha messo in evidenza che in Italia l’età media dei veicoli circolanti (parliamo delle quattro ruote) è di 9,5 anni. L’attenzione per l’argomento da parte dell’AutomobilClub riguarda principalmente la sicurezza e l’ambiente: ” Il rischio di morire in un incidente a bordo di un veicolo di 10 anni è più che

Se l’evento si verifica per dolo o colpa grave dell’assicurato, la polizza non è operativa

Il caso riguarda il conducente di un autoveicolo che si procurava gravissime lesioni dopo esser finito fuori strada a causa del suo alterato stato psicofisico. Risultava infatti positivo sia all’alcol test che a quello tossicologico. Il primo confermava un tasso di ben 6 volte superiore a quello consentito dalle norme del codice della strada, l’altro

Guida la bici in stato di ebrezza: le sanzioni, anche penali, sono le stesse

“Il reato di guida in stato di ebbrezza ben può essere commesso attraverso la conduzione di una bicicletta, a tal fine rivestendo un ruolo decisivo la concreta idoneità del mezzo usato a interferire sulle generali condizioni di regolarità e di sicurezza della circolazione stradale; e tanto, al di là della circostanza costituita dall’eventuale concreta inapplicabilità

La strada non è una pista: “obbligo di aggiornamento della carta di circolazione entro il 3 novembre”.

I commenti per l’interpretazione di questa norma sono stati numerosi negli ultimi giorni. La circolare del Ministero per le Infrastrutture e dei Trasporti introduce nuove disposizioni in materia di variazione della denominazione o delle generalità dell’intestatario della carta di circolazione e di intestazione temporanea dei veicoli. L’obiettivo del legislatore è quello di individuare più facilmente

Il mancato rispetto del Codice della Strada non costituisce responsabilità

“L’inosservanza di una norma di circolazione stradale, pur comportando responsabilità sotto altro titolo per l’infrazione commessa, non è di per sé sufficiente a determinare la responsabilità civile per l’evento dannoso, ove questo non sia ricollegabile eziologicamente alla trasgressione medesima.”   Questa è la massima della sentenza della Corte di Cassazione III sezione civile del 22