La responsabilità della scuola nei confronti dell’alunno è di natura contrattuale

A ribadire il concetto ci pensano gli ermellini di Piazza Cavour con la pronuncia nr 3695 del 25.02.2016, accogliendo tutti i motivi di doglianza dei ricorrenti. Questi sono i genitori di una alunna minorenne che, al termine della lezione di educazione fisica scivola all’interno degli spogliatoi a causa del pavimento bagnato, e battendo la bocca

Se i genitori sono presenti gli insegnanti non sono responsabili

La responsabilità dell’insegnante, o più in generale dell’istituto scolastico, su gli alunni si fonda su un dovere di sorveglianza e vigilanza che i primi devono esercitare sui secondi dal momento in cui questi gli vengono affidati sino alla “riconsegna” ai genitori. Se però quest’affidamento, in caso di gita scolastica non avviene perché il genitore fa

IV episodio della famiglia Barbatosta: i nostri piccoli devono essere sempre ben allacciati al seggiolino!

E’ in consegna in questi giorni “Il Camposampierese” di Febbraio. A pagina 8 c’è il IV episodio della famiglia Barbatosta. Nonna Elvira ha caldo e ricorre alle sue abilità per aprire di colpo il tettuccio. Il piccolo Pietro così si sveglia e piange. Mamma Violetta lo sgancia del seggiolino e lo prende in braccio per

Il futuro dei nostri figli non è un gioco: il 3 episodio della famiglia Barbatosta!

Su “Il Camposampierese” di dicembre / gennaio è stato pubblicato il 3 episodio della famiglia Barbatosta che ci suggerisce qual è la corretta condotta di guida con a bordo i nostri bambini. In questo episodio papà Luciano viene ripreso da mamma Violetta perché si è distratto alla guida e stava per collidere con un “ippopotamo”

Bonus & Malus: il futuro dei nostri figli non è un gioco.

Ecco il secondo episodio della famiglia Barbatosta, pubblicato su “il Camposampierese” di Novembre. In questo episodio la mamma Violetta, riprende papà Luciano che dopo aver “stracaricato” la vettura dice di essere pronti per partire ma, il piccolo Pietro non è assicurato sul suo seggiolino e corre gravissimi pericoli. Così papà Luciano coglie la palla al