I dati sulla malasanità in Italia

Marsh Italia ha recentemente pubblicato l’ultimo report MedMal, in cui vengono presentati i dati relativi ai casi di malasanità nel nostro paese.   Emerge che nelle strutture sanitarie considerate dalla ricerca sono in media 35 ogni anno i casi di sinistri da medical malpractice: dal 2004 al 2018 se ne contano in totale 13.500.  

Le sanzioni più frequenti nel 2019

Dopo aver visto quanto sono stati i sinistri nel 2019 nel nostro precedente articolo, continuiamo ad analizzare i dati relativi allo scorso anno sui comportamenti che teniamo sulla carreggiata.   Sanzioni in aumento Nel 2019 sono stati sanzionati il 6,7% in più di comportamenti scorretti, secondo i dati riportati da Polizia stradale, Arma dei Carabinieri

Pedone: l’utente debole della strada

Come abbiamo visto nell’articolo precedente il pedone è il soggetto più vulnerabile tra gli utenti della strada.     L’ETSC (European Transport Safety Council) ha pubblicato il 30 gennaio 2020 un report che analizza la situazione degli incidenti per le varie tipologie di utenti stradali in Europa: dal 2010 al 2018 il numero di morti dei

Comportamento dei conducenti nei confronti del pedone

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo (Le regole di comportamento del pedone) nel quale spiegavamo quali sono le regole che il pedone deve rispettare secondo quanto previsto dal codice della strada con l’articolo 190. Prosegue l’intento del legislatore di proteggere quest’utente debole attraverso la novella dell’articolo 191 che invece detta le regole di comportamento

Le regole di comportamento del pedone

Tra gli utenti della strada il pedone rappresenta sicuramente quello più debole e per questo meritorio di maggiori tutele. Tuttavia, queste maggior tutele non devono essere abusate da parte del pedone che deve rispettare le regole di comportamento dettate dal codice della strada, più precisamente dall’art. 190.   Vediamole assieme:   I pedoni devono circolare

Se la mia macchina ferma in parcheggio prende fuoco e danneggia le altre vicine o un immobile, chi paga?

Ogni tanto una buona notizia! La risposta è:  la compagnia con la quale ho stipulato la garanzia RCA. Ovviamente per i danni a terzi. Non per i tuoi per i quali invece avresti dovuto sottoscrivere e comprare la garanzia “incendio”. Sul punto, l’indirizzo della Corte di Cassazione è granitico e risalente. In primis nel riconoscere

In Italia, ogni 4,7 minuti viene multato un guidatore senza cinture di sicurezza

La Cecoslovacchia, nel 1969, fu la prima nazione al mondo a rendere obbligatorie le cinture di sicurezza, quel dispositivo di sicurezza (appunto) passivo ancorato all’interno del veicolo che, in caso di urto, trattiene il corpo degli occupanti legato al sedile, evitandone l’impatto contro le strutture interne e la proiezione fuori dall’abitacolo. L’articolo 72, comma 2

Dispositivi anti abbandono – Ci siamo!

Purtroppo dovevamo attendere l’ennesima, innocente vittima e il dramma di un’altra famiglia per rendere operative le modifiche all’art. 172 del Codice della Strada che prevedono l’obbligo di installare i dispositivi “anti abbandono” in grado di avvisare il conducente di un autovettura della presenza a bordo e sul seggiolino di un bebè. Il 19 settembre purtroppo