MG Mag – Il nuovo numero

Attenzione quando apriamo lo sportello

L’art 157 del Codice della Strada, al comma 7,  prevede il seguente divieto: “È fatto divieto a chiunque di aprire le porte di un veicolo, di discendere dallo stesso, nonché di lasciare aperte le porte, senza essersi assicurato che ciò non costituisca pericolo o intralcio per gli altri utenti della strada.” E’ uno di quei…

Leggi di più Tag: , ,

Incidente stradale per non avere colpa bisogna prevedere l’irresponsabile comportamento altrui

Gli ermellini di Piazza Cavour della IV Sezione Penale, con la sentenza nr  34462/2016 ci ricordano che la giurisprudenza non esonera da colpa il conducente che faccia affidamento sul rispetto delle regole sulla circolazione stradale ad opera di altri utenti poiché le norme sulla circolazione stradale ad opera di altri utenti poiché le norme sulla…

Leggi di più Tag: , , , ,

La sicurezza dei nostri figli non è un gioco

Se guido una Tesla penso che l’autopilota voglia uccidermi

Quelle del titolo sono le esatte parole pronunciate in una intervista da Peter Mertens, capo della ricerca e sviluppo Volvo. Casa automobilistica leader mondiale in quanto a sicurezza degli autoveicoli. Prosegue poi con le dichiarazioni: “Chiunque racconti che esistono sistemi che guidano meglio degli umani, sta mentendo chiunque voglia anticipare i tempi rischia di creare…

Leggi di più Tag: , , ,

RCA: la garanzia è operativa anche quando il disabile guida una vettura non adattata

Il caso, trattato dagli ermellini di Piazza Cavour, con la sentenza nr 6403/2016, della III Sezione Civile è sicuramente interessante e lo proponiamo ai nostri lettori. Il ricorrente per Cassazione stavolta è la compagnia di assicurazione. La stessa aveva convenuto in giudizio una SRL proprietaria del veicolo coinvolto in un incidente e gli eredi del…

Leggi di più Tag: , , , , ,

Omicidio stradale: approvata la legge.

La liquidazione del danno biologico permanente va parametrata alla durata effettiva della vita residua

Il risarcimento del danno biologico permanente è parametrato sulla ipotetica e statistica residua durata della vita del soggetto danneggiato ma, quando questa è nota al momento del risarcimento, il valore dovrà essere adeguato alla effettiva durata della vita dal momento dell’illecito. Ovvero, se il soggetto danneggiato muore per cause estranee all’illecito che ha conseguito le…

Leggi di più Tag: ,

Ammissibile la variazione quantitativa del petitum nel procedimento di appello

La suprema Corte di Cassazione, III Sezione Civile con la pronuncia nr 25341 del 17.12.2015 chiarisce che la variazione quantitativa del petitum, nel procedimento di appello, non comporta l’introduzione di una domanda nuova, ed è pertanto ammissibile. I congiunti di un pedone deceduto a seguito di un investimento da parte di un automobile impugnavano la…

Leggi di più Tag: , ,

In caso di danno mortale vanno liquidati separatamente il danno da perdita del rapporto parentale e il danno psichico

Interessante la recentissima pronuncia della Cassazione, III Sezione Civile, nr 9320/2015 (estensore Dott. Marco Rossetti) che ribadisce l’unitarietà del danno non patrimoniale, così come sancita dalle sentenze di San Martino, non deve limitare il risarcimento di partite di danno diverse. Nello specifico il caso riguardava il risarcimento per i congiunti di una vittima della circolazione…

Leggi di più Tag: , , ,