Studio MG

Niente inquadra meglio della novella dell’art. 2043 del codice civile questo ambito di operatività degli specialisti di Studio MG:

Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

 

Ecco cosa possiamo fare

Aiutare tutte quelle persone che hanno subito un danno alle cose o alla persona per responsabilità di un terzo (assicurato per tali fatti), ad ottenere il giusto risarcimento.

 

Alcuni esempi:

  • danni a seguito della caduta per colpa di una buca (sul terreno demaniale) invisibile e imprevedibile (perché coperta d’acqua o da fogliame). In questo caso le richieste risarcitorie dovranno essere rivolte alla pubblica amministrazione (ex artt 2043 e 2051 codice civile);
  • lesioni subite dal figlio a scuola. In questo caso le richieste risarcitorie dovranno essere rivolte all’istituto scolastico (ex art. 2048 codice civile);
  • lesioni subite a causa del morso di un cane; le richieste risarcitorie dovranno essere rivolte a chi aveva la custodia dell’animale al momento dell’evento (ex art. 2052 codice civile)

 

Onus probandi incumbit ei qui dicit

Cosi dicevano i latini e cosi dispone il nostro ordinamento giuridico: l’onere della prova spetta a chi chiede. Ecco perché per ottenere il risarcimento a seguito dei fatti sopra descritti è bene affidarsi alla professionalità di Studio MG. Occorre infatti in primis, provare il nesso di causa tra la condotta (di chi si ritiene abbia commesso il fatto illecito) e le conseguenze. Successivamente bisognerà provare e dimostrare tutti i danni subiti.