Malasanità: asportano il rene sbagliato. Sarebbe bastato un pennarello!

taglio cesareoNei giorni scorsi i mass media hanno dato risalto all’ennesimo caso di malasanità. All’ospedale San Luca di Lucca, viene commesso un errore di lato. Il malcapitato sessantenne toscano, al quale avevano diagnosticato un tumore ad un rene e prescritto intervento di asportazione dello stesso, si risveglia dall’anestesia con un solo rene. Purtroppo quello malato. Si perché gli operatori sanitari avevano asportato erroneamente quello sano. Sul lungotevere romano, presso la sede del Ministero per la Salute li definiscono tecnicamente “errori di lato”. La perfezione del corpo umano presenta delle simmetrie (abbiamo due braccia, due gambe, due occhi, due mani, due piedi, due reni, due polmoni,….) e queste inducono all’errore, ogni tanto. Incredibile. Purtroppo le stime non sono note. Solo i casi più gravi arrivano ai mass media. Dal 2005 al 2012 sono stati comunicati al ministero solo 26 errori di lato. Forse gli stessi telegiornali ne hanno segnalati di più. Alcune stime internazionali parlano di 1 caso ogni 100.000 mila interventi. Confrontando queste percentuali con i dati italiani, le stime dovrebbero assommare a 80 casi all’anno.

Le conseguenze possono essere le più diverse. Alcune non gravi, fortunatamente,  ma altre gravissime. Ma la cosa che più ci lascia attoniti, è che la soluzione a questo evento avverso è un pennarello nero a punta grossa.

Qualcuno potrebbe ora pensare che siamo impazziti. Invece no. Tra le scartoffie del Ministero esiste un protocollo che prevede, tra gli altri adempimenti e accorgimenti del chirurgo in fase pre operatoria, anche l’accertamento che il sito chirurgico sia sta marcato.

Un bel segno col pennarello sul lato corretto in cui effettuare l’intervento restituirebbe la salute (in alcuni casi salverebbe la vita) ad 80 persone all’anno. Facciamo interventi straordinari grazie alla scienza e alle nuove tecnologie e poi ci perdiamo il pennarello. Se  i tagli alla sanità hanno riguardato anche le scatole di pennarelli, basterebbe suggerire al paziente di mettere nella borsa, oltre al cambio della biancheria intima e al pigiama anche un due pennarelli, uno nero e uno rosso per par conditio!