Set 18, 2018 in La sicurezza dei nostri figli non è un gioco, La strada non è una pista di

Nel 2016 il MIUR e la Polizia Stradale siglavano un accordo di collaborazione denominato “Gite scolastiche in sicurezza” rinnovato anche nel 2018. Il progetto mira a garantire maggiore sicurezza, appunto,  ai ragazzi delle scuole in occasione dei viaggi di istruzione. Il personale scolastico ha infatti l’opportunità (non l’obbligo) di richiedere l’intervento della polizia stradale per un controllo al pullman (scelto per il viaggio) e all’autista, sia prima della partenza che durante il viaggio.

Il MIUR ha anche dettato quali sono gli standard di sicurezza cui gli istituti scolastici nella loro autonomia devono verificare e far rispettare alle agenzie di viaggio o alle ditte di autotrasporto. Per spese sotto i 2mila euro la gara si può affidare direttamente mentre per spese maggiori si deve ricorrere ad una procedura negoziata semplificata cui vanno invitate almeno cinque società. La gara verrà poi aggiudicata con riserva, sino a quando l’Istituto non riceverà dall’aggiudicatario tutti i documenti necessari, tra cui quelli che riguardano la sicurezza del mezzo di trasporto come l’assicurazione e la regolarità della revisione.

Purtroppo stando ai risultati delle verifiche che la Polizia Stradale ha eseguito dal febbraio 2016 al maggio 2018, la garanzia delle carte non si traduce in garanzia reale per la sicurezza dei giovani studenti.

43061 pullman verificate e 6511 sanzioni per irregolarità comminate, ben oltre il 15%:

  • 1948 multe sono state comminate per pneumatici lisci; cinture di sicurezza guaste; fari non funzionanti; estintori inefficienti e uscite di sicurezza inagibili;
  • 93 per mancata revisione;
  • 55 giravano sprovvisti di assicurazione;
  • 84 multe elevate per irregolarità del servizio di noleggio con conducente.

Per quanto riguarda invece le infrazioni commesse dagli autisti:

  • 985 sono stati quelli che non avevano osservato l’alternanza guida riposo;
  • 739 superamenti del limite di velocità
  • Sono state ritirate 121 patenti e 158 carte di circolazione.

Non mancano purtroppo gli autisti ubriachi, come quello registrato lo scorso 28 maggio in provincia di Lodi, con un tasso alcolemico pari a 1,79 grammi per litro di sangue alle 8 del mattino. Non solo. A Torino è stato fermato un pullman del 1996 che era stato appositamente riverniciato, ritargato  (ma con la revisione scaduta) per aggiudicarsi quelle gare dove la vetustà del mezzo è una delle caratteristiche da tenere in considerazione.

Insomma anche quando in gioco c’è al sicurezza di bimbi e ragazzi il business non si ferma. Spetta quindi alle istituzioni farsi carico, attraverso la disponibilità della Polizia Stradale, di esigere elevati standard di sicurezza.

Ovviamente vi ricordiamo che la sicurezza dei bimbi è un bene da proteggere non solo a bordo del pullman per la gita scolastica  ma anche e soprattutto a bordo delle nostre auto. Anche quando il tragitto casa scuola è breve.

Alcuni link sui consigli della famiglia Barbatosta per rinfrescarvi la memoria.

Episodio 1 – Manovra sicura e… passa la paura!

Episodio 2 – Seggiolino salvavita… solo se allacciato!

Episodio 3 – Guida con prudenza per prevenire l’imprevedibile!

Episodio 4 – Se lo ami non prenderlo in braccio!

Episodio 5 – Le buone pratiche per viaggiare sicuri!

Episodio 6 – L’educazione si insegna anche sulla strada!

Tag: