Set 12, 2018 in Bonus & Malus di

“Strade?! Dove stiamo andando non c’è bisogno di strade!” 

Esclamava il dottor Emmett Brown (DOC) nel film “Ritorno al futuro 2”, spiegando all’amico Marty che nel futuro la tecnologia sarebbe stata talmente avanzata che le strade non sarebbero servite, poiché le auto VOLAVANO!



Certo la tecnologia nel nostro futuro prossimo non prevede auto volanti, nonostante spesso vorremmo lo fossero, in particolare quando ci troviamo imbottigliati nel traffico.

La tecnologia non si ferma e procede velocemente anche in Italia e in particolare in Irpinia.

In un comune in provincia di Avellino partirà la sperimentazione delle auto intelligenti che coinvolgerà un intero borgo.L’annuncio arriva da Paolo Scudieri, presidente di Adler Pelzer Group :“L’auto è il fulcro attorno a cui ruotano tutte le innovazioni. Noi stiamo scegliendo un paese dell’Irpinia, di quelli spopolati dall’emigrazione, e lo faremo tornare in vita così: smart car, smart road, smart city un borgo completamente innovativo che sarà il faro per l’ammodernamento del paese”.

Il borgo infatti sarà dotato di reti 5g per connessioni veloci, sistemi di rilievo e monitoraggio in tempo reale, sistemi che consentono al veicolo di dialogare con tutto l’ambiente circostante.

Ma anche Torino non è da meno e punta a valorizzare alcune aree dismesse della storica area di Mirafiori per realizzare una città in miniatura adatta alle sperimentazioni. Sulla scorta di quanto realizzato a Detroit con la “M city”. Qui le auto potranno muoversi su diversi tipi di pavimentazione ma anche interagire con semafori, svincoli, attraversamenti e rotonde. In attesa della definizione della pista in miniatura, alla fine di settembre il ministero dei Trasporti dovrebbe aprire la finestra di accesso alle imprese che vorranno partecipare alla sperimentazione.

Insomma a quanto pare quel futuro che sembra così distante è più vicino di quanto possiate immaginare… chissà se presto esclameremo anche noi per lo stupore di questo borgo innovativo “GRANDE GIOVE!”